DAVIDE SIMONE
DAVIDE SIMONE

Nel 2007 dopo anni passati a fare esperienze,lavorando e conoscendo professionisti (persone) che mi permettono di coltivare quella curiosita' e passione comunque tramandatami, di decidere che la ricerca e la cura del dettaglio debbano diventare un obbligo per tutte le mie realizzazioni.

Fondo ESSEDI, conosco altri professionisti che mi danno altre opportunita' di realizzare prodotti di elevata qualita' e prestigio,confermando e rafforzando la mia opinione.

 LA QUALITA' E' DIFFERENZA, perche' UN OGGETTO FATTO A MANO PIACE ANCORA.

 

                     


VITTORIO BIFULCO TROUBEZKOY
VITTORIO BIFULCO TROUBEZKOY

La comunicazione è il luogo privilegiato della sua ricerca e dell'attività professionale. Da oltre quindici anni è impegnato nell'affiancare il mondo dell'impresa per dar valore al discorso della marca e contribuire all’efficacia del linguaggio della pubblicità. Nel 1999 costituisce lo studio Progettocomunicativo e collabora con Alcatel-Lucent, Cecchi Gori Home Video, Enel, Montedison, Philip Morris, Università Cattolica di Milano­­­. Dà vita nel 2004 a Reflexme, una finestra dedicata a una progettualità che privilegia il Visual Design. La sua creatività artistica comprende l’universo della fotografia – numerose sono le mostre personali in Italia e all’estero –, e l'investigazione della forma tridimensionale. Nell’ambito della scultura, egli ritrova, oltre al fascino per la dimensione materica, un’affinità con la tradizione familiare e con quel mondo che ha conosciuto sin da ragazzo. sito web http://www.reflexme.com

-- 
vittorio bifulco troubetzkoy

REFLEX ME
photography – video – graphic design
via de amicis, 53
20123 milano – italia
T. +39 0236538346
F. +39 0289054647
http://www.reflexme.com
vbt@reflexme.com

GUMDESIGN

 

Laura Fiaschi (Carrara, 1977) designer e grafica

Gabriele Pardi (Viareggio, 1966) - architetto

Si occupano di architettura, industrial design, grafica, art direction per aziende ed eventi.

Tra i loro clienti: Biennale di Venezia, Bormioli Rocco, Castellani, Ceramiche Mazzotti, Codal, Costruttori di Dolcezze, De Castelli, De Vecchi, Design for Charity, Dim'Ora, Este Ceramiche, Extravega, Fabbri Fiore, Fedrigoni, Fiat, Fiera Bologna, Fiera Milano, Fiera Verona, Fiera Vicenza, F.lli Guzzini, Friul Mosaic, Giovannetti Collezioni, Il Casone, Invicta, Jannelli&Volpi, Lagostina, Lavazza, Lefel, Opos, Martinelli Luce, Max&Co, Mercedes-Benz, Mirage, Museo Pecci, Napapijri, Nastro Azzurro, Nerosicilia, Red Bull Italia, Sacerdote Marmi, San Pellegrino, Serafino Zani, Silik, Swarovski Italia, Telefono Azzurro, Terranova, Triennale di Milano, Up Group, Vhernier, Vilca, Vivarini, Zeroombra, Yoox.

Ricevono numerosi premi tra cui il Best Communicator Award 2014, il Primo Premio al concorso internazionale di creatività "Swiss in Cheese", il Primo Premio al concorso di architettura per Marinella di Selinunte, il Primo Premio al concorso nazionale "Manifesto per il Carnevale di Torre del Lago Puccini", il 2° Premio (2012) e quattro menzioni speciali al concorso internazionale "Young&Design", il Secondo Premio al concorso su invito "Dignity Design"; sono fra i designer selezionati per le mostre "Prime Cup" e "New Italian Design" curati dalla direttrice Silvana Annicchiarico per la Triennale di Milano e per l'esposizione "Theater of Italian Creativity" a New York curata da Vanni Pasca. Alessandro Mendini seleziona per il Design Museum della Triennale di Milano il calice da degustazione Swing; Dyade Ltd invita Gumdesign a rappresentare il design italiano per I.D.E.A. a Londra durante il London Festival Design e il Museo Magma accoglie nella permanente alcuni prodotti disegnati dallo studio; sono selezionati dalla Triennale di Milano per un'importante mostra al Museo Santral di Istanbul e Vittorio Sgarbi li sceglie per il Padiglione Italia (Biennale di Venezia) al Museo Pecci di Prato. Il MoMa di San Francisco seleziona Swing e Calici Emozionali per un'importante mostra e per la permanente del museo. Il Museo del Vetro di Shangai seleziona i Calici Caratteriali per la permanente del museo.

Dal 2008 seguono la direzione creativa di "Cambiovaso" per l'azienda Upgroup che ha coinvolto finora 30 designers internazionali; sono art director e membri del comitato di redazione di Bau, contenitore di cultura contemporanea.

Selezione Adi Design Index / Compasso d'Oro 

Adi Design Index 2009 - sezione "ricerca d'impresa" per il progetto collettivo Cambiovaso

Adi Design Index 2011 - sezione "grafica" per il contenitore di cultura contemporanea Bau9

Adi Design Index 2012 - sezione "design" per il tavolo Mastro

Adi Design Index 2016 - sezione "ricerca d'impresa" per il progetto La casa di Pietra 

Sono attivi nel settore universitario con lezioni aperte, workshop e collaborazioni con la Libera Università di Bolzano, il Cried di Milano, lo Ied di Firenze e Roma, l'Università di Pisa ed il Celsius di Lucca, la Facoltà di Architettura di Genova, la Facoltà di Ingegneria di Trento.

Le più importanti riviste di settore e numerose pubblicazioni editoriali documentano il lavoro dello studio. Dinamicità, trasformabilità e versatilità, ironia e gioco sono le caratteristiche percepibili in ogni progetto affrontato dallo studio; progettare e sognare procedono insieme ... immaginare, ideare, inventare, creare qualcosa di nuovo e proprio ... tutto ciò implica una tensione emotiva che altro non è che sogno!

 

GUMDESIGN

via michele coppino 69 - 55049 viareggio - italia

0584 387555 - 393 4270755

gabrielepardi@gumdesign.it

www.gumdesign.it

Store

www.gumstore.it

www.lacasadipietra.eu

Newsletter

www.gumdesign.it/gum/sezioni/newsletter.html


DAVIDE MONTANARO
DAVIDE MONTANARO

LAUREATO AL POLITECNICO DI MILANO,ALCUNI ANNI FA FONDA STUDIODSGN,CON L'OBIETTIVO DI PROPORRE IDEE NUOVE SEMPRE IN ANTEPRIMA.


info:

STUDIODSGN

via adelaide bono cairoli 28/a

20127 MILANO

+39 02 70603035

info@studiodsgn.com

http://davidemontanaro.com/



hudesa kaganow
hudesa kaganow

HUDESA KAGANOW

Architetto, artista visivo, designer e illustratrice, Hudesa Kaganow è nata a San Paolo del Brasile nel 1973. Laureata in architettura e urbanistica presso l’Università Mackenzie in Brasile e a L’Ecole d’Architecture de Paris La Villette in Francia, ha frequentato parallelamente corsi di disegno per la moda, calcografia e progettazione di interni in Brasile, Francia e Italia. Dal 1999 vive e lavora a Roma dove ha realizzato diverse mostre personali e collettive. La sua creatività e ricerca artistica si sviluppano soprattutto con l’utilizzo di materiali riciclati come la carta, il legno, la plastica, metalli e avanzi di stoffe da tappezzieri. Con questi elementi crea quadri, incisioni, illustrazioni, oggetti di arredo, sculture, accessori e gioielli contemporanei. Una ricerca artistica attraverso un viaggio tra passato, presente e futuro in un patchwork di colori, forme e materie che si sovrappongono finché non trovano una loro giusta posizioni, un loro significato. La sua produzione è la risultante della fusione tra il razionale architettonico, che organizza gli spazzi e le composizioni, e lo spirituale che da ascolto alle sensazioni e ai sentimenti. I riferimenti auto biografici sono quasi sempre presenti anche se tante volte dissimulati. Le opere compiute diventano quindi degli scatti di un’anima che vede il mondo attraverso delle lenti create con le esperienze personali vissute, con i viaggi per il mondo, con il contatto e scambio delle relazioni umane. I temi sono infiniti: gatti, paesaggi onirici, oggetti di uso quotidiano, persone immaginarie di diverse nazionalità, incrociate nelle stazione, negli aeroporti, etc. Attimi sfuggenti ma che lasciano il suo segno nella memoria di un’artista attenta ai particolari del mondo.

http://www.hudesakaganow.com/

 


ROBERTO ZINGARLINI- ALCAR
ROBERTO ZINGARLINI- ALCAR



PERITO INDUSTRIALE

Si è formato come disegnatore progettista in Ufficio Tecnico nel campo della carpenteria metallica leggera e pesante. Dopo quindici anni, è diventato responsabile di produzione in un’importante azienda veronese dedita al taglio e piegatura lamiere (con cui tuttora mantiene un rapporto di collaborazione). Ha svolto questo ruolo per altri dieci anni, allargando l’esperienza già acquisita con lo sviluppo di particolari piegati, più o meno complessi. Nel 2008, si iscrive all’Albo dei Periti Industriali e nel 2009 apre P. IVA, mettendosi in proprio come Alcar.

Alcar si mette a disposizione del cliente che opera nell’industria appartenente al settore, offrendo un valido apporto nella fase di progettazione. Dalla collaborazione, inoltre, con professionisti Ingegneri può essere fornita una progettazione completa dal modello tridimensionale ai disegni costruttivi, alla manualistica, all’omologazione e al collaudo finale.

INFO:

Per. Ind. Roberto Zingarlini

Via S. Caboto, 1 – 37060 Lugagnano (VR)

Via Faraona, 81/2 – 21028 Travedona Monate (VA)

Cell.: 349 3259634

Mail: rzingarlini@gmail.com


LAURA SANGREGORIO
LAURA SANGREGORIO
Info:
Dott. Arch. Laura Sangregorio, nata a Roma il 19/08/1984, laureata in Architettura (Restauro) alla facoltà di Roma "Sapienza" nel  2010 in Restauro monumentale proponendo un intervento di restauro dell'edificio denominato "Palazzo Ambasciatori" nel famoso "Quartiere Coppedè" nel quartiere Salario della città di Roma.
Ha collaborato negli insegnamenti di Restauro architettonico e Materiali per il restauro nella facoltà di architettura della "Sapienza" a Roma.
Ha collaborato nell'aprile-giugno 2011 con un gruppo di lavoro nella progettazione e redazione degli elaborato grafici per il restauro delle superfici decorate della Basilica della Natività a Betlemme per un concorso internazionale che ha coinvolto più facoltà italiane e non solo. Nell'ottobre 2012 ha redatto, in collaborazione con la restauratrice S. Sarmati, gli elaborati per la protezione delle superfici decorate della Basilica di Betlemme in vista dell'intervento di restauro delle coperture lignee.
e-mail:
cell; 3398892000

ETTORE CONTRO
ETTORE CONTRO

Contro Ettore, nato a Milano nel 1974, si è laureato in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano nel 2001 e proseguendo il suo percorso formativo con un master in rapid prototyping. Dalle prime esperienze lavorative nel campo dell'allestimento museale e nella realizzazione di opere d'arte per conto di artisti si è spostato verso l'insegnamento tenendo un corso di tecnologia dei materiali presso NABA (nuova accademia di belle arti) e di rappresentazione digitale presso l'Accademia di Architettura di Mendrisio. Parallelamente all'insegnamento svolge la sua attività nel campo del design proponendosi come progettista, con particolare e appassionata attenzione ai meccanismi e ai materiali.

 


Ettore Controe Mirco Monopoli (ProjectOne|Design Studio), entrambi nati a Milano ed entrambi laureati in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano. Le loro esperienze nel campo della prototipazione e del design applicato all’arte per il primo e nel campo della comunicazione visiva e della progettazione industriale del secondo sono confluite nello sforzo comune di dar vita ad un laboratorio/modelleria nel quale i prodotti non siano sviluppati unicamente sulla carta ma sempre affiancati da modelli di studio e prototipi durante tutte le fasi di avanzamento del progetto, spaziando dal lavoro manuale ai modelli tridimensionali virtuali, dall'artigianato alla prototipazione rapida, dall'autoproduzione alla produzione per il mass market.

La filosofia è semplice, un prodotto ben progettato e ben realizzato sa raccontarsi da solo e riesce a dare risposte valide a qualunque domanda o critica gli venga mossa. Questo è lo strumento principale che i designer hanno a disposizione per esprimersi e convincere, prima ancora delle parole.

 


MIRCO MONOPOLI
MIRCO MONOPOLI

Mirco Monopoli, nato a Milano nel 1974, si è laureato in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano nel 2000. “Libero” professionista per vocazione, le sue esperienze lavorative spaziano nel campo della creatività dall’arte alla comunicazione visiva, dalla fotografia alla progettazione, dal layout office alla prototipazione. Attualmente è impegnato nella ristrutturazione del sito produttivo Agilent Technologies di Leinì/Torino.